In mostra a Oristano l’arte di Giovanni Coda contro ogni discriminazione

Dal sito www.unionesarda.it del 29 maggio 2017.

L’arte come impegno sociale e atto di denuncia contro ogni discriminazione: si inaugura giovedì prossimo alle 19 alla Pinacoteca Carlo Contini di Oristano la mostra “Twenty Five. Giovanni Coda Exposition”, a cura di Roberta Vanali, Efisio Carbone e Ivo Serafino Fenu dedicata ai venticinque anni di carriera di Jo Coda, fotografo e regista cagliaritano ma oristanese d’adozione.

L’esposizione è suddivisa in diverse sezioni e ospita cinque serie fotografiche prodotte fra il 1998 e il 2016, in cui Giovanni Coda esplora il drammatico mondo di una malata di Alzheimer (“Other Body”), accompagnandoci lungo un percorso teso a rappresentare il dolore dell’intimità di un corpo martoriato dalla malattia. 

La seconda alle proiezioni di film e cortometraggi dal girati tra il 1994 al 2012, tra cui spicca “Bullied to Death”, film contro la discriminazione di genere recentemente premiato con il prestigioso Umanity Award al New Renaissance Film Festival di Amsterdam.

Sono esposti, inoltre, strumenti di lavoro, maschere, locandine e articoli tratti da quotidiani e riviste.

La mostra è organizzata in collaborazione con l’associazione culturale Labor e il V-art Festival Internazionale Immagine d’Autore, nonché promossa dal Comune di Oristano (assessorato alla Cultura) su proposta della Commissione Equità tra i Generi e Pari Opportunità che, come ogni anno dalla sua fondazione, con l’iniziativa aderisce alle Giornate arcobaleno per la promozione dei Diritti fondamentali e di Cittadinanza dell’Unione europea.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: